venerdì 28 marzo 2014

10 motivi per amare Torino (parte 1)

Amo Torino.
Potrebbe sembrare scontato, dal momento che è la mia città natale, ma in realtà non ha molto a che vedere con questo: cioè, non è tanto perché sono nata qui, ma quanto perché non avrei potuto nascere da nessuna altra parte. No, nemmeno nel Regno Unito. Avrei voluto nascere in UK - ma sono nata a Torino, e sento di appartenerle.
E Torino è come un gatto.
E' elegante, in un modo naturale che potrebbe apparire molto sobrio per la maggior parte del tempo, ma che può sorprendere con improvvisi turbinii e scintillii di incredibile armonia e grazia.
E 'indipendente: non sembra la tipica città italiana, ha una sorta di fascino più europeo, con forse un pizzico di Brit. E' fuori da ogni cliché ed ha una propria personalità - che piaccia o no. E 'italiana quando le va di essere italiana, francese quando le va di essere francese; lotta tra l'aprirsi verso una dimensione cosmopolita e il rimanere rintanata nel suo cantuccio tra le Alpi - ma si può dire che è solo sempre Torino al 100%.
Come un gatto, non sempre rivela il suo lato migliore a chiunque: può graffiare o può fare le fusa - dipende dal suo stato d'animo e da quanto si riesce a stabilire una sintonia con lei. Ma per coloro che sapranno come prenderla e che sapranno indovinare il verso giusto per accarezzarla, sarà uno sforzo per cui ne è valsa la pena.
In ogni caso niente paura: è un gatto che è diventato sempre più amichevole e socievole durante gli ultimi anni, e, soprattutto a partire dai Giochi Olimpici Invernali del 2006, quando ha finalmente deciso di rivelarsi al mondo, indossa il suo vestito migliore.
Prima del 2006 Torino non è mai stata molto considerata dal turismo - sostanzialmente perché il turismo non mai è stato considerato da Torino, forse .
Ma poi un giorno si è svegliata e si è stancata di essere considerata un brutto anatroccolo, quando invece era un cigno: Lonely Planet scrive che "E 'la più bella tra le meno conosciute città italiane - o, se preferite, la meno conosciuta fra le più belle città italiane " - e lo trovo una definizione molto calzante.




torino

Ma so che avete bisogno di fatti - e posso darvi almeno 10 buoni motivi per cui potrebbe valerne la pena venire in visita qui:  

[1] Se vi piace la Storia... 
Torino ha una storia piuttosto interessante e lunga, che è documentata da diverse testimonianze sparse in giro per la città. 
La leggenda vuole che alla sua fondazione abbiano contribuito gli Egiziani, ma le prime testimonianze storiche concrete sono legate alla tribù celtica dei Taurini
Poi arrivarono i Romani che fondarono Augusta Taurinorum nella zona che oggi si chiama ancora Quadrilatero Romano, la quale ricalca il perimetro dell'antico castrum romano. Questa zona è una delle più belle, con i suoi accoglienti vicoli e vecchi edifici, ed è anche il luogo dove si possono trovare molti dei ristoranti e pub più piacevoli dove trascorrere la serata.



torino Porta Palatina

Ma ciò che ha segnato la maggior parte della storia di Torino è la famiglia dei Savoia, che, fin dai primi secoli del millennio scorso, ne ha fatto la capitale del loro regno, cresciuto fino a diventare regno d'Italia nel 1861.

Torino Palazzo Madama

Sì, Torino è stata anche la prima capitale d'Italia. Ma è durata solo per pochi anni - si potrebbe dire che è stato perché i gatti non sono mai molto in vena di prendersi delle responsabilità, ma suppongo che i motivi fossero altri.
Tuttavia, è possibile trovare castelli e palazzi reali pressoché ovunque - ecco come la nobiltà lascia traccia.

[2] Se vi piace la cultura ...
Torino ha alcuni musei ben forniti. 
Il Museo Egizio è il secondo più importante al mondo dopo quello del Cairo e ospita un certo numero di reperti importanti, come ad esempio il Regius Papyrus.
Il Museo del Cinema si contende con esso lo scettro di il museo più popolare della città. Sicuramente è il più scenografico: è situato all'interno della Mole Antonelliana, che è il simbolo più celebre della città e anche uno degli edifici più alti - quindi se le vertigini non sono un problema, si può prendere l'ascensore e raggiungerne la cima, per unire alla visita del museo una vista mozzafiato dall'alto. 
Anche l'interno è molto scenografica, con una serie di esperienze interattive e multimediali.
Sapevate che il cinema in Italia è nato qui?

talpa

Ma anche l'industria dell'auto lo è, quindi il Museo dell'Automobile "Carlo Biscaretti di Ruffia" è un'altra presenza importante nel patrimonio culturale della città.
Oltre ai musei, la vita culturale è solitamente molto vivace e ci sono spesso fiere e eventi.
Date un'occhiata al calendario qui .
I più importanti eventi annuali includono la Fiera Internazionale del Libro e il Torino Film Festival .

[3] Se vi piace il cioccolato ...
Il cioccolato non solo è spesso la risposta che si cerca, ma ha anche il vantaggio di non fare domande stupide: il cioccolato capisce .


E il cioccolato di Torino è un'eccellenza, soprattutto per quanto riguarda i Giandujotti, le tipiche praline a forma di piramide, realizzati con una deliziosa miscela di cioccolato e nocciole.
Ci sono molti caffè storici del centro che producono artigianalmente delizioso cioccolato in tutte le sue declinazioni. Posso consigliare ROMA già Talmone (piazza Carlo Felice, di fronte alla stazione ferroviaria di Porta Nuova) per i suoi gianduiotti fatti in casa, Baratti & Milano (piazza Castello) per la sua cioccolata calda - che si può sorseggiare seduti ad eleganti tavolini di marmo che erano frequentati anche da Camillo Cavour.
E non scordatevi di gustare un bicerin - una bevanda calda a base di caffè, cioccolato e schiuma di latte. Il miglior posto dove assaporarlo è indubbiamente il caffè omonimo ("Al Bicerin"), nella piccola e accogliente Piazza della Consolata.

[4] Se vi piacciono gli Sport e le attività all'aperto ...
Torino ha recentemente ospitato un'edizione dei Giochi Olimpici Invernali, e non è molto distante da alcune piuttosto popolari stazioni sciistiche alpine, come Bardonecchia, Sestriere o Oulx.
Siete più sportivi da divano?


La Juventus ha recentemente fondato un proprio museo - che è sempre una visita ricca e interessante per ogni appassionato di sport, di qualsiasi fede calcistica possa essere.

[5] Se vi piace la vita notturna ...
Oltre al già menzioanto Quadrilatero Romano, il cuore della vita notturna di Torino è la zona dei Murazzi - lungo il fiume Po.
Il Quadrilatero è in qualche modo più trendy, anche se non si può davvero definire Torino una città "snob", mentre ai Murazzi si possono anche trovare club con ingresso gratuito. E in estate è bello trascorrere la notte nei dehors sul fiume.
Per quanto riguarda invece il come cominciare la vostra serata, a detta di molti è stato proprio a Torino che è stato inventato il rituale dell'aperitivo - ma dato che ci sono anche alcune altre città italiane che si fregiano dello stesso titolo, non mi è possibile affermarlo con certezza. 
Tuttavia quello che posso dire è che qui l'aperitivo viene fatto in maniera piuttosto diversa rispetto alla maggior parte delle altre località italiane: non vengono servite solo patatine, olive e un drink - qui ci si può tuffare nei buffet più luculliani, facendo praticamente un pasto completo (non per nulla è stato chiamato Aperi-cena).


 
Date un'occhiata al sito ufficiale del Turismo per maggiori informazioni.
... e leggete qui la seconda parte!

Nessun commento:

Posta un commento